giovedì 22 settembre 2016

Dove solo i ruscelli...




Spalanca le sue porte l’autunno              
Entrando dall’ingresso principale
Tutto il suo spazio è occupato
Da foglie colorate e bacche
Coperte da una sottilissima trapunta stellare
                                                              
Per i ragazzi è tempo di studio
Tanti libri – molte le attese
Per me è tempo di bilanci
Da valutare la ripresa del viaggio
Allontanando il male
Che detiene questa determinazione

Riportando i colori dell’alba
Prima che svaniscano nel cielo azzurrino
Vivendo appieno il tramonto
Trasformandolo in un sole di mezzanotte
Fermando la fuggevole sensazione di te
E volare verso una limpidezza visionaria

Dove solo i ruscelli
Conoscono la neve che l'ha generati
E l'eccellente gloria

domenica 18 settembre 2016

Attestami questa verità...


È un monologo
Parlo di me a te che temi il ricordo
Frequentemente stimato nel blog
Ma - ahimè - raramente da te accolto

Conservalo gelosamente
Vive un mondo semplice
Complice la Natura
Raggiunto dalla sera - si affida alle stelle

Avvicina i corpi celesti
Accessibili alla fantasia ma non al corpo
Oscuri - freddi
Agghiacciato - Ammutolisce

Dimenticherà l’attesa
Intersecando il tuo sguardo
Meravigliandosi
Di come tu incarni questa visione poetica
Che negli anni mantiene in tensione il battito

 Tu – attestami questa verità

 

sabato 3 settembre 2016

Attendere la notte




Nascondermi
Nonostante il sole riscaldi la mia casa
Vorrei nascondermi

Portare con me solo le orchidee
Appenderle al tronco di una quercia
Respirare l’ossigeno che emana
Godere così di un giardino improvvisato
Di un'ora preziosa

Attendere la notte
Accesa dall’antico amore
Infinitamente amato
Infinitamente mio

Resto una romantica
Ho con me delle candele da accendere
Sotto le stelle
Scortate da amore – bruciano
Appagate dalla sbiancata luna - Risplendono

Hai mai pensato di raggiungermi?
Hai mai pensato a questo cuore ?
Alle sue esigenze?
È così ostinato da crederci


mercoledì 31 agosto 2016

Una memoria






Un fiore – una memoria
Che va oltre la siccità estiva
Nonostante la distanza
Ridesta sempre l’antico amore
Per le cose realmente vissute
 
È una nuova premura
Appena reciso
Per favore non farlo appassire
Sistemalo in un vaso
I suoi petali obbediscono all’acqua e alla luce


martedì 9 agosto 2016

A Maria Vittoria e Veronica





Una rosa per il vostro nido di appena otto mesi.
Buon complimese piccole.
Zia vi ama.

domenica 31 luglio 2016

Aspiro la vita







Vivi costantemente nei miei sogni
Il tempo passa ed io - torno fortemente quell’età
Non hanno ragione il tempo né l’età
O viceversa – entrambi ti ritraggono
Le primavere restano incancellabili

Non ho ancora rinunciato al traguardo
Pur sapendo come in questi anni
Ci siamo adoperati per renderci estranei l’una all’altro
Nulla è più appagante di questa libertà
Che esprimere i propri pensieri – i pertinenti desideri

Aspiro la vita
Torno ad abbracciare il vento
Scoprendoci la tua essenza