giovedì 5 marzo 2015

Nessun trionfo





È la maturità a suggerirmi questa riflessione
Nessun trionfo su questo incanto
Solo la natura può aspirare alla primavera
E la pioggia colora già l’aria di primule
 
È l’emozione di quel ricordo a prestarsi sempre
A oltrepassare l’universo – lo stesso tempo
A vegliare sul tuo unico abbraccio
Ascoltato presente come il crepuscolo
 
Ne avverte ancora la sensazione
- sente di potercela fare -
Nonostante la diffida della ragione
Che minaccia l’affetto percepito inadatto
Rendendolo debole 

4 commenti:

damiano ha detto...

è sempre un piacere leggerti.
sono del parere che potresti cimentarti in un racconto breve ( se non l'hai già fatto )e che riusciresti a farlo molto bene.
un abbraccio.

Asia ha detto...

Grazie Damiano. Nessun racconto breve. Come vedi è già un comunicare questo raccontarmi che, con il trascorrere degli anni si fa sempre più pigro. Ad ogni modo apprezzo il tuo consiglio che colloco nel novero degli amici che m’incoraggiano in un recupero totale verso la poesia che sto trascurando a causa degli ultimi eventi. Grazie ancora. Asia

Stefyp. ha detto...

E' l'emozione di queste tue riflessioni che mi porta a complimentarmi con te per l'espressione della tua poesia che arriva diretta e spontanea. Condivido il suggerimento di Damiano. Ciao Stefania

Asia ha detto...

Grazie Stefyp. Piacere di piacerti, come si suol dire.
Le mie emozioni sono qui. Sono per tutti quelli che si vogliono identificare in me. Grazie molte.
Asia